Cryptocurrency: Banditi ed Analisi del Crollo

cryptocurrency cryptoeconomy banditi exchanger peer2perr finance intelligence

Si assiste in questi giorni all’ennesimo crollo del valore delle cryptocurrency: le motivazioni che spiegano l’accadimento sono diverse, convergono e si condividono. Le comunità di sviluppatori hanno dei limiti caratteriali tendenti all’alta litigiosità, con conseguenti fork e contro-fork che altro non fanno che indebolire l’affidabilità di settore; le ICO si scontrano con le diverse regolamentazioni sui titoli, e ciò influisce sulle cryptocurrency con cui vengono scambiate; tecnicamente, endemicamente, Bitcoin ed
Continua a leggere...

Intelligence Aziendale: Spionaggio, Cina ed Italia

intelligence aziendale cina supporto istituzioni francia usa svizzera

Nel 1990 (28 anni fa, per fare mente locale) l’MI5, il controspionaggio inglese, stampò e diffuse attraverso le diverse associazioni industriali del Regno Unito una brochure di 4 pagine intitolata ‘Security Advice for Visitors in China’. In essa alcuni utili consigli di intelligence aziendale per i businessman inglesi che si recavano nel paese per affari. Con riguardo la metodologia di spionaggio economica cinese ce ne siamo già occupati altre volte e
Continua a leggere...

Cryptoeconomy: Finance Intelligence, StableCoin e la loro importanza per le Banche Centrali

cryptocurrency

Le stablecoin sono in cryptoeconomy monetaria le cryptocurrency che hanno un valore fisso nei confronti di una valuta fiat, nella quasi totalità dei casi il Dollaro Usa. Il contro valore è 1:1: esso quindi è stabile in funzione della valuta fiat di riferimento. Stablecoin sono un’aberrazione del concetto di cryptocurrency espresso da Satoshi Nakamoto perché non presentano la distribuzione della fiducia in via equi-decentrata, con tutto ciò che ne deriva
Continua a leggere...

Socmint: Perché Facebook Regala Connettività Internet

pervasività di facebook nelle filippine

In tempi non sospetti molti opinon leader (accademici, mediatici e politici, nazionali e sovranazionali) si inchinarono a fronte alla magnanimità ed alla lungimiranza di Facebook e Google nel regalare connettività ai paesi in via di sviluppo. Ci si riferisce al progetto Internet.org promosso (in forma consortile con altri big IT) da Facebook nella prima metà dell’attuale decennio ed al progetto Loon, di Google, con origine addirittura al 2008: essi, nominalmente,
Continua a leggere...