Social Media Intelligence (SOCMINT): l’Evoluzione del DeepFake, Intelligenza Artificiale e Video Fake

deepfakes i falsi video

Un paio di mesi fa ci si è (pre)occupati, a livello di rumor, di mettere in luce una problematica SOCMINT prevista in rapida evoluzione, i video fake appartenenti alla famiglia dei deepfake. La questione ora sale di autorevolezza, e livello, per merito di un approfondimento del Review del MIT di Boston, il quale mette in evidenza come DARPA, l’agenzia militare statunitense per la ricerca sull’innovazione, abbia bandito un contest nell’ambito
Continua a leggere...

Intelligence Predittiva: l’Adozione dell’Intelligenza Artificiale Come Innovazione in Contesti Illeciti

ai e usi illeciti

Avendo il fine di portare il discorso sull’intelligenza artificiale (AI), in generale si riscontra un bias cognitivo abbastanza diffuso, in sede di analisi di intelligence, per cui si tende a sottovalutare i tempi di adozione dell’innovazione tecno-sociale per scopi illeciti, per esempio di terrorismo e criminalità organizzata ovvero come fattore di rischio nell’intelligence privata. Questo è un errore, di solito dovuto sia dalla mancanza di consapevolezza dei potenziali fenomeni innovativi,
Continua a leggere...

Finance Intelligence, Analisi del Sistema Shadow Banking e Implicazioni di FinTech

sistema bancario ombra

FSB, Financial Stability Board, da sei anni pubblica annualmente il ‘Global Shadow Banking Monitoring Report’, report di finance intelligence dedicato al monitoraggio di quello che viene definito il ‘sistema bancario ombra’. Esso comprende la misurazione di due aggregati quantitativi: il MUNFI, riferito all’universo dell’intermediazione finanziaria non di origine bancaria (pubblica e privata), e l’OFIs, sub-MUNFI, riferito all’intermediato che ulteriormente non origina da assicurazioni, fondi pensioni e istituzioni finanziarie ad esse
Continua a leggere...

Corporate Intelligence: Analisi del Modus Operandi di Black Cube, Contractor Israeliano

black cube israeli intelligence contractor

Con corporate intelligence si indica, a grandi linee, l’attività di intelligence posta in essere da operatori non statuali o non direttamente statuali. Non ci si riferisce quindi all’ambito sistemico, propriamente istituzionale, ma all’intelligence ad opera di attori privati. Una delle aziende in questo contesto più sotto i riflettori nel recente periodo è l’israeliana Black Cube: l’essere al centro dell’attenzione per chi lavora nell’intelligence, anche privata, non è un buon segno per tre motivi.
Continua a leggere...