problemi welfare cina e ruolo delle donne

Social Intelligence, il Problema delle Donne in Cina

In Cina le politiche di sviluppo intraprese, quelle demografiche ed i modelli culturali stanno creando nel paese un ulteriore problema sociale: esso si identifica con il ruolo della donna.

Prendendo spunto da un bell’articolo comparso nell’ultimo numero di 1843, magazine dell’Economist, tre sono le componenti che intersecano la loro azione. La prima è che il modello di sviluppo adottato presuppone un alto gradiente formativo di cui le donne, considerando la formazione universitaria, sono le protagoniste al 50%. Il risultato statistico è che più cresce l’istruzione è meno sono le donne sposate; quello culturale è che sono sempre meno coloro le quali accettano la figura della ‘donna yogurt’, e cioè bella ma da insaporire secondo i dettami del marito, insita negli schemi dei rapporti di coppia cinesi, tanto quanto l’accettazione dei matrimoni combinati.

il problema delle donne in cina e il mutamento culturaleIl secondo motivo è che sta producendo i suoi effetti la politica del figlio unico, ufficialmente valida dal 1979 al 2013 ma con strascichi precedenti e successivi, che ha condotto ad una campana demografica che attualmente non vede un cluster di età in cui vi sia predominanza femminile, complice il femminicidio che ha accompagnato soprattutto nelle zone rurali il fenomeno. La risultante è un rapporto medio di 114 uomini ogni 100 donne.

Infine la logica sociale per cui un una donna, a 25 anni nelle zone rurali ed a 30 in quelle urbane, se non sposata è considerata fuori dal mercato del matrimonio.

I flussi migratori interni, caratterizzati dallo spopolamento delle campagne a vantaggio delle urbanizzazioni e dall’impoverimento degli uomini single rurali (che quindi poco hanno da offrire ad una ipotetica moglie), stanno amplificando il tutto che vede nel (non)welfare la principale criticità. L’unico sistema pensionistico e di pagamento dell’assistenza medico-sociale attualmente esistente in Cina è se stessi e/o la famiglia e, dati i numeri che esprime il paese, anche un lieve cedimento dello schema può causare seri danni. Mentre nelle aree urbane cresce la classe media, e di conseguenza la disponibilità economica per il ricorso a forme pensionistiche e di assistenza sociale private che, nel medio periodo se incentivate, potrebbero ovviare alla questione lato single, nelle aree rurali questo non succede. Nelle campagne, dove il rapporto 114/100 più colpisce, esso produce due conseguenze: il moltiplicarsi dei ‘rami secchi’, e cioè gli uomini poveri che non vengono scelti dalle famiglie delle donne perché essi niente hanno da offrire, e la fenomenologia criminale del contrabbando delle donne dai paesi confinanti, di cui qui ampio approfondimento.

Leave a Reply

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.