diffusione delle fake news rispetto alla verità

SOCMINT (SOCial Media INTelligence): Perché le Fake News hanno Diffusione Maggiore della Verità

Nei social network la diffusione delle fake è maggiore della verità: questo è quanto si evince da un lavoro di marzo pubblicato da tre ricercatori del Media Lab e della Sloan School of Management del MIT di Boston. La ricerca, pubblicata su Science, ancor prima dei risultati colpisce per la mole di dati sottoposti a processo: i tre autori hanno esaminato complessivamente circa 126.000 percorsi di propagazione a cascata di rumor che hanno coinvolto su Twitter, tra il 2006 ed il 2017, circa 3 milioni di persone per più di 4,5 milioni di volte.

Riportando i risultati quasi pedissequamente, le evidenze sono che il ‘falso’ si diffonde meglio del ‘vero’ orizzontalmente, nel senso di account coinvolti, verticalmente, in quanto profondità riscontrata nel farsi coinvolgere dal rumor, in contesto di velocità ed in via più generale per argomento osservato. Inoltre si mette in luce come:

  • tali caratteristiche siano indifferenti rispetto alla tipologia di notizia;
  • il ‘falso’ sia più nuovo del ‘vero’, quindi si desume la tendenza a condividere prima le fake;
  • il ‘falso’ ispiri paura, disgusto e sorpresa, mentre il ‘vero’ aspettativa, tristezza, gioia e  fiducia.

Infine, contrariamente a quello che si crede, i bot e gli umani accelerano la diffusione (vera o falsa che sia) con lo stesso ritmo, il che fa affermare agli autori, generalizzando, che in ultima analisi sono gli umani, e non i robot, a favorire la diffusione del ‘falso’.

Che dire. Le conclusioni dal punto della comunicazione strategica sono importanti, in generale e per particolari punti quale, per esempio, l’ultimo segnalato. La limitazione, anche se lo studio è molto esteso quantitativamente e nell’asse temporale, al solo Twitter può far sorgere dei dubbi di corrispondenza in sede di analisi (generalizzazione dei risultati della fonte) nei confronti di altri social, quindi si prende per buono in attesa di approfondimenti collaterali.

Leave a Reply

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.