Social Media Intelligence e Guerra Economica: la Necessità del Controllo di Massa per la Cina

china mass surveillance and socmint

A seconda delle fonti è previsto che la Cina diventi la prima economica del mondo in un periodo compreso tra i prossimi quindici e vent’anni anni, e cioè dopodomani. Uno dei teatri che viene quasi mai messo in discussione, negli scenari che prevedono l’evento, è la non mutabilità del regime che pone in atto le politiche di sviluppo preventivate attraverso i diversi piani pluriennali che periodicamente elaborati; un altro (semi)assioma,
Continua a leggere...

Innovazione Tecnologica, Strategie di Intelligence ed il Sistema Paese Degli Altri: l’Esempio di Google e Degli USA

coinvolgimento di google nelle strategie di intelligence

Fa sorridere in questi giorni la scelta di Google di abbandonare il progetto Marven, il quale vedeva l’azienda legata al Pentagono attraverso la fornitura di sistemi di AI finalizzati al perfezionamento del targeting dei droni militari. Non è dileggio verso coloro, e cioè i dipendenti e le loro motivazioni, che a furor di popolo hanno condotto Google a prendere questa decisione: il lieve ghigno deriva invece dal grado di coinvolgimento
Continua a leggere...

Social Media Intelligence (SOCMINT): l’Evoluzione del DeepFake, Intelligenza Artificiale e Video Fake

deepfakes i falsi video

Un paio di mesi fa ci si è (pre)occupati, a livello di rumor, di mettere in luce una problematica SOCMINT prevista in rapida evoluzione, i video fake appartenenti alla famiglia dei deepfake. La questione ora sale di autorevolezza, e livello, per merito di un approfondimento del Review del MIT di Boston, il quale mette in evidenza come DARPA, l’agenzia militare statunitense per la ricerca sull’innovazione, abbia bandito un contest nell’ambito
Continua a leggere...

Intelligence Predittiva: l’Adozione dell’Intelligenza Artificiale Come Innovazione in Contesti Illeciti

ai e usi illeciti

Avendo il fine di portare il discorso sull’intelligenza artificiale (AI), in generale si riscontra un bias cognitivo abbastanza diffuso, in sede di analisi di intelligence, per cui si tende a sottovalutare i tempi di adozione dell’innovazione tecno-sociale per scopi illeciti, per esempio di terrorismo e criminalità organizzata ovvero come fattore di rischio nell’intelligence privata. Questo è un errore, di solito dovuto sia dalla mancanza di consapevolezza dei potenziali fenomeni innovativi,
Continua a leggere...